Vorrei separarmi ma non ho coraggio

vorrei separarmi ma non ho il coraggio

vorrei separarmi

Mi chiamo Giulia, sono insieme con mio marito da 20 anni e vorrei separarmi ma non ho coraggio. Sono ormai 5 anni che il nostro rapporto si è rotto, da quando ho scoperto un tradimento con una sua collega. Non ho coraggio di separarmi soprattutto per via dei nostri figli, ma non solo. Abbiamo un maschio ed una femmina, entrambi adolescenti, e sono loro che mi trattengono dall’affrontare un divorzio o una separazione. Mi rendo conto, che, per loro, potrebbe essere difficile crescere, senza dei punti di riferimento costanti, avere un padre e una madre presente, ma vorrei spiegarvi meglio la situazione. Da premettere che è un pò di tempo che propongo a mio marito di intraprendere un percorso di terapia di coppia, ma lui non ne vuole sapere.

Eravamo due ragazzini quando ci siamo giurati l’eterno amore. Io provenivo da una famiglia non proprio perfetta, mio padre praticamente non c’era quasi mai. In lui ho visto una roccia, un uomo forte che mi ha reso una donna felice, dandomi due figli fantastici e crescendoli bene. Lui infatti, è stato un buon padre, e anche un buon marito fino appunto a 5 anni fa, da quando con la scoperta del tradimento siamo entrati in crisi. Da quel giorno, abbiamo parlato molto su noi due, sul nostro rapporto e su quello che avevamo costruito fino a quel momento. Abbiamo provato per un pò a superare questi ostacoli matrimoniali, ma dopo un suo piccolo e breve sforzo, la maggior parte del lavoro per recuperare dovevo farlo io. Sono arrivata oggi, alla conclusione, che vorrei separarmi da lui, dopo 5 anni di crisi, fondamentalmente perchè penso di avercela messa tutta per recuperare, ma purtroppo solo da parte mia. Non ho coraggio di separarmi non solo per i figli, ma anche perchè lui ogni tanto mi da qualche speranza, quando mi dice che a lui mancherebbe molto la nostra famiglia, che ha bisogno di noi, dei nostri figli, e che riguardo me, non sa quello che prova e che deve capire. Questo “non sa quello che prova” mi fa sentire combattuta, ed è anche per questo conflitto interiore che un po vorrei lasciarlo ma non ho coraggio. Ho paura che lui un giorno possa ricredersi, tornare sui suoi passi, e per me sarebbe un dolore doppio, perchè conoscendomi quando prendo una decisione, è quella definitiva. Cosa potrei fare? E se poi rimango sola? Che fine faranno i miei figli, come la prenderanno?

Queste sono tutte domande che mi pongo e mi ostacolano nella scelta, perchè a 45 anni non ho la testa per rifarmi una vita con un’altra persona, almeno non per il periodo dopo la separazione, e poi non voglio dare ulteriori sofferenze ai miei figli. La mia paura è anche che se riuscirei mai a riprendermi, non avrò più l’età per farmi una sana storia d’amore con un altro uomo. 

Questo conflitto mi travolge, non mi fa star bene, non riesco a dormire tranquilla, e nell’ultimo periodo ho anche attacchi di ansia o di panico ( sinceramente non so fare una giusta distinzione), con una forte tachicardia. Insomma, vorrei separarmi ma non ho coraggio per diversi motivi e paure.

Richiedi una prima consulenza psicologica online gratuita

Amleto Petrarca

psicologo psicoterapeuta

Vorrei separarmi ma non ho coraggio
3 (60%) 2 votes
Dott. Amleto Petrarca
Dott. Amleto Petrarca
Psicologo e psicoterapeuta specializzato nella tecnica ISTDP. Curo personalmente da anni questo blog e la scrittura de numerosi articoli pubblicati all'interno. Ogni articolo viene scritto con la massima correttezza di info al fine di non diffondere news poco serie.

Lascia un commento