Quando i nonni sostituiscono i genitori…

nonni

nonni

Quando  i genitori sono assenti o incapaci di crescere i propri figli, spesso i nonni vengono in soccorso. I vantaggi sono che i nonni riescono a dare maggior senso di sicurezza e di stabilità familiare. Non importa quanto si ami i propri nipotini, ma portarli a casa richiede correggere e seguire alcune linee guida che fanno differenza.

1#riconoscere i propri sentimenti

La prospettiva di dover crescere i propri nipoti e prendersi questa nuova responsabilità innesca una gamma di emozioni. Emozioni positive come l’amore, la gioia nel vederli imparare e crescere, e sollievo nel dare a loro un ambiente stabile. E’ difficile, invece, ammettere sensi di colpa o paura.

E’ importante riconoscere e accettare quello che si sta provando, in maniera positiva o negativa. Senza colpevolizzarsi, questi sentimenti non significano che non si amano i propri nipoti.

Tra i sentimenti negativi e frustranti che alcuni nonni che sostituiscono i propri figli nella crescita dei nipoti sono:

Stress e preoccupazione

Rabbia e risentimento

Sensi di colpa

Dolore

2#continuare ad avere cura di se stessi

Quando subentrano situazioni nuove come queste, ovvero quando i nonni sostituiscono i genitori nella crescita dei nipoti, è facile cadere in preda a preoccupazioni e a sentimenti negativi come accennato sopra. Bisogna tenere a mente, però, che pensare alla propria salute e al proprio benessere è una necessità, non un lusso. D’altronde se non si è in salute e serenità, come si può pretendere di trasmetterla anche agli altri e occuparsi di loro? Ecco alcuni suggerimenti utili per continuare a prendersi cura della propria salute fisica e mentale:

Nonni sani significa nipoti sani– se si prende cura della propria salute e del proprio benessere psicologico e fisico, è molto più facile poter pensare alle persone intorno. Non rinunciare, quindi, ad appuntamenti dal medico o passare dalla farmacia, o ad un buon corso di training autogeno o di yoga.

Hobby e relax non sono lussi– ritagliarsi il tempo necessario per i propri hobby e relax è fondamentale per mantenere una buona soglia di serenità e rilassatezza. Continuare perciò nelle proprie attività che possono essere passeggiare all’aria aperta, stare con gli amici, ecc…

3#saper stare con le emozioni dei bambini

Situazioni difficili come queste, in cui per mancanza di tempo o per incapacità, portano i nonni a sostituire i genitori nella crescita dei nipoti porteranno una serie di emozioni nei bambini che vanno trattate per evitare problemi e difficoltà in futuro. Il trasferimento in una nuova casa, anche se pur famigliare, può causare l’innescarsi di sentimenti negativi, in cui i bambini possono manifestare difficoltà di adattarsi, come poca voglia di mangiare, difficoltà nel prendere sonno, insieme a capricci in generale. Ci vorrà naturalmente un po’ di tempo affinché i vostri nipoti si possono adattare alla nuova situazione, e in questo lasso di tempo, comunque va dato del supporto affettivo, senza perdere la pazienza.

4#concentrarsi sulla creazione di un ambiente stabile

Mentre ci vorrà un po’ di tempo affinché i nipotini si adattano alla nuova situazione, da parte dei nonni si può iniziare a costruire un ambiente sereno e più consono per dei bambini, seguendo alcune regole:

  • stabilire una routine: le routine aiutano il bambino a sentire la situazione più stabile. Creare rituali che condividerete con i vostri nipoti.
  • favorire il loro ingresso nella vostra casa: incoraggiarli a decorare la loro stanza  e organizzare le cose come vorrebbero.
  • assicurarsi che ogni nipote abbia un proprio spazio privato: questo punto è da rispettare in cui sono coinvolti più di un nipote.
  • offrire il vostro tempo e attenzione: provate e trovate il tempo di interagire con loro durante la giornata, quando tornano da scuola o prima di andare a letto.

5#incoraggiare il contatto con il genitori

Soprattutto se tra gli obiettivi c’è quello di incoraggiare il riavvicinamento dei genitori con i loro figli, i nonni che hanno preso in affido momentaneamente i bambini, potrebbero fare da cerniera. Se l’incontro di persona non è possibile, si potrebbe incoraggiare in altri modi, tramite chiamate telefoniche, l’uso di skype, ecc.

Amleto Petrarca

psicologo psicoterapeuta

 

Quando i nonni sostituiscono i genitori…
Ti è piaciuto l\'articolo?

Lascia un commento