Praticare training autogeno per ridurre l’ansia

In questo video provo a spiegare l’efficacia del training autogeno come rimedio fondamentale e pratico per combattere e ridurre l’ansia.
Il training autogeno è una pratica di rilassamento muscolare ideata dal medico Schultz e risultata molto efficace per tanti aspetti della vita di tutti noi. Da psicoterapeuta, ritengo che tecniche di rilassamento come il training autogeno sono di supporto alla psicoterapia specie per disturbi di ansia, attacchi di panico e disturbi di tipo psicosomatico.
Il procedimento è quello di insegnare ai miei pazienti questa pratica, permettendo a loro, una volta imparata, di poterla comodamente svolgere giornalmente a casa propria. Già, giornalmente, perché nella parola stessa di questa disciplina, troviamo training che significa allenamento. Per una maggiore efficacia, infatti, e per assaporare i risultati formidabili, occorre ripetere gli esercizi ogni giorno. Durante la seduta di psicoterapia, solitamente si cerca di ritagliarsi 10 minuti dove viene svolto il training. Personalmente penso che 6 incontri bastano per far si che il training autogeno possa essere memorizzato.
L’utilizzo del training autogeno non si ferma solo a chi in maniera diretta sa di essere una persona ansiosa e vuole attivarsi per eliminare l’ansia. Si rivolge, anche, a chi non è proprio consapevole della propria reazione ansiosa, ma ne paga le conseguenze. Mi riferisco per esempio a chi soffre di eiaculazione precoce, pagando, in questo caso, le conseguenze dell’ansia da prestazione.
Altri modi e ambiti in cui si utilizza il training autogeno è quello sportivo e/o lavorativo. In sostanza in quelle attività in cui si richiede una certa concentrazione. Non a caso il training autogeno viene anche chiamato lo “yoga occidentale”.

Sono 6 esercizi da seguire che, come spiego in questo breve video, raggruppano le zone del corpo fondamentali. L’esercizio della pesantezza che coinvolge l’apparato muscolare, del calore che coinvolge l’apparato circolatorio, del cuore che coinvolge l’apparato cardiocircolatori, il respiro, il plesso solare che coinvolge il fegato, pancreas e intestino, per finire con il sesto e ultimo esercizio che è quello della fronte fresca che serve come esercizio di ripresa al torpore tipico che il training autogeno riesce a trasmettere.

Lo studio di psicologia e psicoterapia breve Petrarca, effettua corsi di gruppo o individuali di training autogeno, consultabili e prenotabili presso questo link: http://www.amletopetrarca.com/2013/03/12/corso-di-training-autogeno-bologna/

Amleto Petrarca

psicologo psicoterapeuta

Praticare training autogeno per ridurre l’ansia
Ti è piaciuto l\'articolo?
Dott. Amleto Petrarca
Dott. Amleto Petrarca
Psicologo e psicoterapeuta specializzato nella tecnica ISTDP. Curo personalmente da anni questo blog e la scrittura de numerosi articoli pubblicati all'interno. Ogni articolo viene scritto con la massima correttezza di info al fine di non diffondere news poco serie.

Lascia un commento