Mal di testa e depressione

Mal di testa e depressione: sono termini che indicano patologie differenti ma che, in diversi casi, non sono così lontane tra loro. Anzi, a volte c’è addirittura un’evidente compresenza nella stessa persona. E il fatto che alcuni farmaci antidepressivi siano utilizzati anche per numerosi casi di emicrania testimonia il fatto che le due patologie hanno molto in comune. Talora è la presenza di una frequente emicrania, scatenata magari da fattori organici (genetici, ormonali, alimentari), a innescare un atteggiamento depressivo anche marcato, interrompendo ritmicamente l’agire della persona e creando quindi una sorta di parziale invalidità.

mal-di-testa_e_depressione

Hanno un’influenza reciproca
A volte invece accade il contrario: una depressione, soprattutto se non riconosciuta o trascurata, a un certo punto inizia a esprimersi anche con il mal di testa. In alcuni casi, addirittura, l’emicrania può essere l’unica spia che rivela la presenza di uno stato depressivo. Infine ci sono situazioni “miste”, nelle quali si verifica un’alternanza dei due sintomi o una loro compresenza, senza un evidente nesso di causalità dell’una nei confronti dell’altra. Sapere perciò quale sia la situazione specifica può essere di grande aiuto per la terapia, anche per evitare di assumere farmaci inutili, sbagliati o in eccesso.

Uscire dalla rassegnazione
Per individuarla bene è necessario che chi soffre di queste patologie esca dal pur comprensibile atteggiamento di passività o di rassegnazione che esse, con le loro caratteristiche e la loro insistenza, inducono, e si dia da fare, anche  per aiutare gli specialisti nella diagnosi. Si tratta di sintomi dalle tante sfumature, molto personali e vissuti però in modo molto soggettivo, che “da fuori” è difficile comprendere appieno. Chi prende in mano seriamente la propria situazione però riduce sempre di molto l’intensità e la frequenza dei sintomi.

Quattro cose da ricordare sempre

– Abusare di alcuni farmaci antiemicranici crea dipendenza.
– Risolvere una depressione riduce la frequenza dell’emicrania
– In entrambi i casi è necessaria una diagnosi specialistica.
– I conflitti relazionali irrisolti acuiscono l’alternarsi delle due patologie.

Una sola diagnosi comune: l’istinto è sacrificato
L’emicrania segnala che la persona non riesce a vivere una parte importante di sé, quella istintuale, e compensa con una sovrapproduzione mentale di tipo ansioso. La depressione d’altro canto indica che la vita pare aver perso di senso, che ci si è allontanati dalle fonti autentiche di piacere ed energia vitale.

Questo interessante articolo preso da Riza Psicosomatica ci fa riflettere  su come chi soffre di emicrania e depressione, spesso tende ad isolarsi e trascurarsi. E’ molto importante, invece, prendersi cura di sè intraprendendo una terapia adeguata e cercare di reagire in maniera attiva. Come dice questo articolo, infatti, l’emicrania tende a farci conoscere il buio, in cui si ha la sensazione di stare meglio, e la depressione tende a farci conoscere la solitudine, in cui ci sentiamo di stare meglio. Ora io mi chiederei l’isolamento e  il buio ci possono mai aiutare nell’avere una qualità di vita alta?

Se per te è stato un articolo interessante lascia un commento o contattami

Psicologo Amleto Petrarca 3881109978-Bologna

Fonte dell’articolo: riza psicosomatica

Mal di testa e depressione
1 (20%) 2 votes
Dott. Amleto Petrarca
Dott. Amleto Petrarca
Psicologo e psicoterapeuta specializzato nella tecnica ISTDP. Curo personalmente da anni questo blog e la scrittura de numerosi articoli pubblicati all'interno. Ogni articolo viene scritto con la massima correttezza di info al fine di non diffondere news poco serie.

Lascia un commento