Dolori muscolari, cosa fare

dolori muscolari

Mi sento teso”  , “mi sento contratto”,  “mi è difficile rilassarmi”. Queste frasi conosciute a chiunque  non hanno altro che un comune denominatore : la tensione muscolare, il modo più frequente con cui si manifesta lo stress.

Perchè la tensione muscolare?

Lo stress accumulato determina una serie di problemi, sia a livello endocrino ( squilibri ormonali ) che a livello della funzionalità muscolare.

Perciò quando i muscoli di una o più zone del corpo sono contratte, vuol dire che una persona  a volte in modo conscio altre volte no, è in uno stato di ansia o di allerta.

Il nostro corpo diventa, così , un’espressione di noi stessi,  della nostra anima, lanciando perfetti messaggi  sul nostro benessere psicofisico. Rappresenta il luogo dove le tensioni interne, i nostri conflitti emotivi, hanno luogo.

La tensione esprime una difesa dai nostri stati emotivi, dalla rabbia, dal rancore, dal piacere sessuale poco appagante. Esprime caratteristiche della persona, come l’incapacità di fermarsi un attimo, prendersi una pausa da ciò che stiamo facendo o di continue abitudini.

Accumulare tensione  significa andare incontro verso dei blocchi muscolari che ci impediscono di svolgere normali attività quotidiane. Risolvere i nostri blocchi muscolari, significa anche, prevenire altre patologie.

A cosa andremo incontro

  • Dolori muscolari
  • Debolezza, difficoltà di concentrazione
  • Disturbi della sessualità e del sonno
  • Tendenza a strappi, tendinite e artrosi

Quali le soluzioni ?

Escludere innanzitutto eventuali problemi di natura organica. Non sottovalutarle. Affrontare lo stress o l’ansia con un approccio psicologico.

 

Psicologo Bologna e coaching online Amleto Petrarca, 3881109978

Dolori muscolari, cosa fare
Ti è piaciuto l\'articolo?

Lascia un commento