Disturbo post traumatico da stress

disturbo post traumatico da stressDopo un esperienza traumatica, è normale sentirsi spaventato, confuso e ansioso. Ma se il sentirsi bloccato da questa complessa situazione, continua anche dopo un lungo periodo, si può essere affetti dal disturbo post traumatico da stress. Può sembrare di non essere più in grado ad uscirne, ma con la psicoterapia è possibile superare il trauma e andare avanti con la vita. Vediamo cos’è, quando si sviluppa e come fare per affrontarlo.

Cos’è il disturbo post traumatico da stress?

Il disturbo post traumatico da stress può svilupparsi in seguito ad un evento traumatico che minaccia la propria sicurezza o fa sentire impotente.

La maggior parte delle persone associano il disturbo post traumatico da stress ( PTSD ) come conseguenza di guerre, che colpisce in particolar modo soldati o popoli che hanno vissuto una situazione di conflitti e guerre. In realtà, il disturbo post traumatico da stress può colpire chiunque, per esempio anche chi lavora nelle forze dell’ordine o chi lavora con l’emergenza. Ogni persona, poi, risponde all’evento traumatico in modo diverso anche nella manifestazione di sintomi, che si possono sviluppare dopo giorni, settimane, mesi, ma anche anni dall’accaduto.

Elenco eventi traumatici che possono sviluppare un disturbo post traumatico da stress

Guerra, catastrofi naturali, attacchi terroristici, morte improvvisa di una persona cara, stupro, rapimento, abuso sessuale o fisico, abbandono nell’infanzia, incidente stradale o aereo.

La differenza tra una risposta normale e il disturbo post traumatico da stress

La differenza è nella durata. Dopo un evento traumatico è normale avvertire un senso di insicurezza, sentirsi in frantumi, avere la sensazione di impazzire e di non farcela. Con l’andare del tempo, che può essere di diversi giorni, ma anche settimane, piano piano la persona esce fuori da questo tunnel di sensazioni devastanti e si rialza. Ciò non avviene quando si è colpiti da disturbo post traumatico da stress.

I sintomi del disturbo post traumatico da stress

Alcuni sintomi sono: flashbacks, incubi, sentimenti di angoscia, ricordi intrusivi dell’accaduto, intense reazioni fisiche al ricordo di ciò che è successo. Il soggetto  tenderà ad evitare luoghi, pensieri e sentimenti che ricordano il trauma, incapacità di ricordare aspetti fondamentali del trauma, sensazione di un futuro illimitato. Altre conseguenze possono essere: rabbia e irritabilità, senso di colpa, abuso di sostanze, depressione, pensieri e sentimenti suicidi, ecc.

Disturbo post traumatico da stress cause e fattori di rischio

Molti fattori ruotano intorno alla natura dell’evento traumatico in sè. Eventi traumatici che rappresentano una grave minaccia per la vita e la sicurezza personale, possono più facilmente causare il disturbo, così come la durata. Più una persona è esposta all’evento traumatico e più gravi e acuti possono essere i sintomi del disturbo post traumatico da stress.

Chiedere un aiuto psicologico

Se si sospetta che voi o una persona cara è stata colpita dal disturbo post traumatico è importante chiedere al più presto un intervento psicologico. Prima si affronta, più è facile da superare. Se siete riluttanti a farvi aiutare da uno psicologo-psicoterapeuta, tenete ben a mente che il disturbo post traumatico non è un segno di debolezza.

Chiedere un aiuto psicologico è fondamentale per 3 motivi:

  1. Un trattamento psicoterapeutico precoce è meglio. Evita che i sintomi potrebbero peggiorare.
  2. I sintomi del disturbo possono cambiare comportamenti e rapporti con familiari e amici.
  3. Evita l’insorgere di malattie correlate. Alcuni studi dimostrano una correlazione tra disturbo post traumatico da stress e patologie cardiache.

 

Amleto Petrarca

psicologo-psicoterapeuta 

Disturbo post traumatico da stress
Ti è piaciuto l\'articolo?

Lascia un commento