Disturbo di ansia sociale: meglio la psicoterapia o i farmaci?

ansia socialeUno studio pubblicato da The Lancet Psychiatry, rivela il trattamento più efficace per il disturbo d’ansia sociale.

Il disturbo d’ansia sociale viene spesso trattato con antidepressivi, ma questi non sono sicuramente il trattamento più efficace. Lo studio pubblicato sul The Lancet Psychatry, è stato condotto dal dottor Evan Mayo Wilson, in cui vengono analizzati diversi tipi di farmaci e terapie per il trattamento del disturbo di ansia sociale. 

Il disturbo di ansia sociale porta chi ne soffre a chiudersi in se stessi, riducendo in maniera significativa la qualità della vita in genere. Ti consiglio di leggere 7 consigli per uscire dalla fobia sociale.

Lo studio condotto da Evan Mayo-Wilson

Evan Mayo Wilson, autore dello studio, ha detto:

“Le persone con questo disturbo possono sperimentare compromissione grave, da amicizie e rapporti con i colleghi, riducendo notevolmente la possibilità di avere una vita sociale soddisfacente e avanzamenti di carriera.

La buona notizia emersa dallo studio è che l’ansia sociale è curabile

Ora che sappiamo come funziona, abbiamo bisogno di migliorare l’accesso alla psicoterapia per coloro che stanno soffrendo”.

Queste sono le parole del dottor Wilson dopo aver condotto lo studio. Lo studio era condotto su un totale di 13.164 partecipanti, i quali erano affetti da diverso tempo da una grave ansia sociale
Di questi, circa 9000 hanno ricevuto uno psicofarmaco antidepressivo ( inibitori della serotonina, come il Prozac e lo Zoloft ). I restenti 4000 o giù d lì hanno avuto accesso alla terapia psicologica.

Questi sono i numeri dello studio condotto da Wilson. I risultati sono che le terapie psicologiche sono risultate le più efficaci. Di conseguenza, si dimostra come la psicoterapia dovrebbe essere eletta come il primo trattamento per curare il disturbo di ansia sociale

Gli antidepressivi sono risultati ugualmente efficaci, ma sono stati associati con effetti collaterali, e non compatibili con alcune persone. Ancora più importante, si è visto come gli effetti benefici dei farmaci, tendono a svanire dopo la sospensione. D’altra parte, invece, i benefici delle terapie farmacologiche continuano dopo che il trattamento cessa.

I risultati di questo studio hanno avuto un impatto importante e nuove linee guida sono state introdotte nel Regno Unito. 

Mayo-Wilson ha concluso:

Un maggiore investimento in terapie psicologiche migliorerebbe la qualità della vita, aumentando la produttività sul lavoro, e riducendo i costi sanitari

Conclusioni

Affrontare nel breve tempo un disturbo simile, non solo rende l’intervento psicologico più veloce, ma migliora di gran lunga la qualità della vita, non compromettendo le aree principali come la vita sentimentale, amicale e lavorativa. Un buon modo per intervenire subito, è quello di monitorare i segnali di ansia sociale ( nel momento in cui si sospetta qualcosa ) tramite l’automonitoraggio di ansia sociale. Il riconoscimento successivo dei sintomi e dei segnali, come insegna questo studio, è una fase fondamentale per rivolgersi ad uno psicoterapeuta della tua zona e intraprendere un percorso di psicoterapia

Amleto Petrarca

Psicologo psicoterapeuta

Disturbo di ansia sociale: meglio la psicoterapia o i farmaci?
Ti è piaciuto l\'articolo?
Dott. Amleto Petrarca
Dott. Amleto Petrarca
Psicologo e psicoterapeuta specializzato nella tecnica ISTDP. Curo personalmente da anni questo blog e la scrittura de numerosi articoli pubblicati all'interno. Ogni articolo viene scritto con la massima correttezza di info al fine di non diffondere news poco serie.

Lascia un commento