Dimagrire usando la testa

per dimagrire occorre una forte volontà

Quanto volte è capitato di dire: basta da domani dieta!

Nella nostra vita questa frase è stata pronunciata decine se non centinaia di volte. Magari, spesso, durante le feste natalizie, davanti ad un buon panettone o pandoro, o davanti a dolci locali. Altre volte, recandoci al mare, il sol vedere quella donna vicino al nostro ombrellone, fisicamente perfetta con una gestualità che farebbe invidia a chiunque, oppure vedere in bikini quella ragazzina così perfetta, e avere quel pizzico di invidia, pensando che forse anche lei un giorno possa modificare il proprio metabolismo e avere problemi di sovrappeso. In fondo perché i problemi di peso  dobbiamo averli solo noi?

E’ giusto, anzi giustissimo farsi questa domanda, perché essere in sovrappeso  significa avere una serie di problemi intollerabili, che se non si è dentro a quest’ottica, non si possono capire. Per non parlare quando si effettuano le analisi del sangue, cosa esce fuori. Sentire poi il proprio medico personale dire, non puoi mangiare questo alimento, e non esagerare con quell’altro, è come essere violentate non solo fisicamente, ma anche nell’anima. Anche perché, spesso gli alimenti a cui siamo costretti a rinunciare, sono i nostri preferiti.

Ma come dice il titolo di questo articolo, per  dimagrire la dieta non basta. Infatti se la dieta è un osso duro, cambiare mentalità sul cibo lo è ancora di più. La nostra mente, specie nella situazione di sovrappeso, è abitata da numerosi aspetti negativi, come le critiche su noi stessi, ansia, tristezza se non  lieve depressione, paura dei giudizi degli altri, ecc.

Tutti questi abitanti della nostra mente, non fanno altro che abbassare la nostra autostima. Non permettere alla tua mente di distruggerti. Stare attenti se qualcuno ci guarda con criticità, quando siamo in piscina o al mare, o quando saliamo sull’autobus, significa mettere in discussione noi stessi,la nostra dignità e autostima.

Trovare un equilibrio interiore! Ecco quello che ci vuole prima di cominciare una dieta per non poi arrivare al fallimento. L’equilibrio interiore, andrà poi a rifocillare il nostro egoismo sano che ci permette di capire dove realmente vogliamo arrivare.

piramide alimentare

Dove vogliamo arrivare? Gli obiettivi da raggiungere e perseguire ci aiutano maggiormente. Sicuramente ognuno di noi ha un proprio obiettivo. Non è detto che una persona che pesa 70 chili possa trovare la propria felicità raggiungendo i 50. Magari il primo obiettivo è di perdere 5-6 chili ed essere comunque una persona piacevole.

Tutto questo ci fa capire come la mente ha un ruolo principale nella nostra vita, e in questo caso nell’ intraprendere una dieta. Non si può pensare di modificare serenamente il nostro corpo, se siamo abituati a convivere con l’ansia.

Ti è piaciuto questo articolo? Sarà sicuramente gradito un tuo commento!

Psicologo e Coaching Amleto Petrarca

Dimagrire usando la testa
1 (20%) 1 vote

Lascia un commento