Cose da non dire a chi soffre di attacchi di panico

attacchi di panico

Può essere difficile capire che cosa vuol dire vivere con l’attacco di panicoSi possono trovare difficoltà a relazionarsi con attacchi di ansia e panico se non avete mai provato questi sentimenti stessi. Tuttavia, è importante riflettere e pensare prima di parlare con chi soffre di questi disturbi, prima che inavvertitamente possiamo ferire la sensibilità dell’altro.

E’ mio interesse riportare un elenco delle frasi da evitare di dire, a chi soffre di attacchi di panico:

1. “E ‘tutto nella tua mente.”

Ci sono molti miti sul disturbo di panico che ingiustamente stereotipa coloro che lottano con questa condizione. Uno degli equivoci più comuni è l’idea chele sensazioni di panico e ansia sono solo i risultati della fantasia della persona. La verità è che il disturbo di panico è una condizione reale e diagnosticabile, che spesso coinvolge la parte fisica, mentale e  con sintomi emotivi. Questi sintomi possono essere estremamente difficili da gestire e non sono da considerare  un segno di una persona debole di mente.

Migliore risposta: “Sono qui per te.”

Dire alla persona che è tutto nella sua mente, significa attribuirgli la colpa di qualcosa che non è vero, con una serie di conseguenze come l’aumento dello stress, l’abbassamento dell’autostima, ecc…

Mandare un messaggio di disponibilità significa aumentare nella persona con attacchi di panico la fiducia nell’affrontare al meglio anche i sintomi.

2. “Controllati e calmati.”

Questa certamente è una delle frasi più insensibili che si possono dire. Sicuramente per un estraneo a questi sintomi, appare un tantino irrazionale , ma per chi ci è dentro, gestire i sintomi di ansia e attacchi di panico, non è una faccenda così facile, che in maniera quasi automatica scompare.

Migliore risposta: “ Come posso aiutarti?”

Raccomandare  la persona a calmarsi implica che tu sei imbarazzato più  di lei. Se siete in giro  con una persona che sta avendo un attacco di panico o vivendo alti livelli di ansia, la cosa migliore da fare è essere di supporto.

3. “Stai esagerando”.

Immaginate per un momento cosa sarebbe vivere improvvisamente un senso di ansia opprimente. Il vostro cuore batte forte, si inizia a sudare eccessivamente. Il tuo corpo si scuote e trema con difficoltà a respirare. Il petto fa male e si inizia a sentire nausea. Sei imbarazzato che gli altri noteranno i sintomi. Si comincia a temere che si perde completamente il controllo di se stessi. Ti chiedi se sta avendo un attacco di cuore o se si sta forse perdendo il senso di realtà circostante.

Migliore risposta: “Stai facendo il meglio che puoi”

Tuttavia, questo scenario immaginario è la realtà per molte persone con disturbo di panico. Se siete mai in giro con qualcuno che sta vivendo questa   travolgente ansia o attacco di panico, una delle cose più utili che puoi fare è rimanere incoraggianti.

4. “Mi stai rovinando i piani”

Se il vostro caro ha un attacco di panico che ha un impatto sui vostri piani, si può sentire comprensibilmente sconvolto. Tuttavia, umiliando la persona per i suoi sintomi di panico causerà solo più sentimenti di dolore e imbarazzo. Le persone con disturbo di panico sono già soggetti a vergognarsi dei loro sintomi. La persona, oltre al panico, avrà anche  stress e sensi di colpa.

Migliore risposta: “So che questo è un momento difficile”

In questo modo si risponde empaticamente anche se i tuoi piani sono, in qualche modo saltati.

Era mia intenzione  trasmettere questo messaggio al fine di non ferire, aggravare persone che soffrono il disturbo di panico, causando quindi un peggioramento e un forte stress. Conosci persone vicine a te che soffrono di attacchi di panico o ansia? Se la tua risposta è si, questo elenco potrebbe aiutarti. Penso che l’aspetto principale sia agire con molta empatia. Sminuire ciò che il tuo amico/a/compagno/a/parente possa provare non ti rende una persona    saggia !

Prima di chiudere ti consiglio la lettura di alcuni articoli, altrimenti per maggiori info puoi contattarmi, anche per consulenze online o iscriverti alla mia newsletter.

Articoli consigliati:

Psicologo Bologna Amleto Petrarca

Cose da non dire a chi soffre di attacchi di panico
Ti è piaciuto l\'articolo?

Lascia un commento