Buoni Propositi per l’Anno Nuovo? Ecco come realizzarli

Alzi la mano chi non ha mai stilato una lista di buoni propositi all’inizio dell’anno. I buoni propositi per l’anno nuovo sono una tradizione che ripetiamo da sempre. A livello psicologico la scelta di nuovi obiettivi rappresenta una rinascita.

buoni propositi

buoni propositi 

I benefici di farsi buoni propositi all’inizio dell’anno

Ci sono tanti benefici quando si decide di avere un obiettivo o più da raggiungere, ma vediamo quelli principali:

  1. Migliora la motivazione al cambiamento
  2. Ci aiuta a prendere il controllo della nostra vita attraverso piccoli gesti
  3. Ci da un senso di realizzazione quando raggiungiamo l’obiettivo
  4. Migliora la nostra autostima

Il 75% delle persone, però, che si pongono dei buoni propositi all’inizio dell’anno tende a fallire entro marzo, e adesso vediamo quali sono i motivi principali.

Perché non riusciamo a mantenere i buoni propositi per l’anno nuovo?

Come sappiamo tutti è piuttosto semplice stilare una lista di buoni propositi, ma è molto, molto più difficile riuscire a rispettarla. I punti  principali del fallimento sono questi:

L’obiettivo è troppo generico. Non c’è abbastanza focus, e molte volte sento dire “voglio andare in palestra”, “voglio avere più disponibilità economica”, “voglio smettere di fumare”, ecc. 

Purtroppo nessuno di questi obiettivi è specifico. Quali sono gli step per raggiungere questi obiettivi? Quanto investirai a livello di tempo? Quanto denaro ci vorrà? Quale obiettivo vorrai raggiungere?

Come vedi le domande da farsi sono tante, e se non c’è un obiettivo veramente chiaro e programmato, poi si arriverà a perdere la motivazione.

Non si tiene conto dei propri limiti.

Anche l’assenza di un piano che anticipi sfide e difficoltà, così come l’eccessiva sicurezza, l’incapacità di vedere le nostre debolezze e di riconoscere quando abbiamo bisogno di un aiuto professionale per raggiungere i nostri obiettivi, possono metterci i bastoni tra le ruote o fungere da deterrente.

Non c’è un sistema di controllo

Che bello, hai il tuo Obiettivo per il prossimo anno! E quando controllerai se l’Obiettivo è stato raggiunto? Probabilmente alla fine dell’anno dopo! È inutile dire che così non funziona.

Un vero Obiettivo è quello che ha dei parametri, degli standard che possono essere controllati e verificati in maniera analitica. Non solo, ma il controllo andrà effettuato su base mensile, settimanale o (a seconda dell’obiettivo) addirittura giornaliera.

Non si passa all’azione

Ebbene la maggior parte delle persone che non hanno un obiettivo focalizzato, che non tengono conto dei propri limiti e che non hanno un piano di controllo e di misurazione, finisce poi per non iniziare nemmeno dal primo passo.

Trucchi per realizzare i buoni propositi per l’anno nuovo

Darsi obiettivi precisi e non generici

I consigli che ti ho dato fino a questo momento sono stati volutamente generici, perché non ti conosco e non posso sapere quali sono le tue esigenze specifiche. Quando seguirai i miei consigli però dovrai sforzarti di quantificare gli obiettivi che intendi raggiungere. In questo modo saprai con precisione se li hai raggiunti o no, se devi impegnarti di più o va bene così.

Per fare un esempio “voglio dimagrire” è un obiettivo così generico da non significare nulla. Sarà molto più utile scrivere nei boni propositi dell’anno nuovo “voglio dimagrire per vedermi più bella, e per stare bene con me stessa” oppure “svegliarsi ogni giorno alle 7.00” anziché un generico “svegliarsi prima”.

Pianificare i diversi passaggi da compiere

Nel nostro esempio potremmo includere, mangiare sano, fare esercizio, dormire bene, rispettare gli orari dei pasti. Con queste informazioni potremmo creare un calendario.
– capire quante calorie al giorno introdurre di più, quante proteine, quante volte allenarsi e come, oltre che a modificare alcune abitudini smettere di fumare e dormire di più

SMART

metodo smart

metodo smart

Seguire un piano SMART (Semplice, Misurabile, Raggiungibile, Realistico e in un certo Tempo). Continuando con il nostro esempio, perdi 1 chilo a settimana mangiando insalata per tre giorni, pesce due giorni, camminando un’ora ogni giorno, dormendo almeno otto ore e mangiando sempre alla stessa ora per tre mesi.

Dividere i risultati in obiettivi a breve termine

In questo modo siamo in grado di mantenere la coerenza. La coerenza è essenziale per creare nuove routine. Quando creiamo una nuova routine, le connessioni cerebrali richiedono tempo per abituarsi e quindi essere coerenti è essenziale.

Crearsi delle abitudini

Il nostro corpo ha una serie di abitudini che segue “con il pilota automatico”. Andare in cucina a preparare il caffè appena dopo essersi alzati, lavarsi, mettersi in auto e raggiungere il posto di lavoro per molte persone sono gesti ormai assolutamente automatici. Il corpo ha imparato a eseguirli anche quando la mente non è ancora del tutto presente perché sono azioni che compiamo da molto tempo.

Allo stesso modo è necessario riuscire a inserire le nuove abitudini nella nostra routine affinché diventino un “gesto automatico” che ci porterà a migliorare la nostra vita giorno dopo giorno. Quanto tempo si impiega per questa trasformazione? Circa un mese.

FESTEGGIARE

Quando decidiamo di cominciare un percorso di miglioramento personale tendiamo sempre a concentrarci su quello che dobbiamo fare piuttosto che su quello che abbiamo fatto. Per continuare a mantenere le buone abitudini e realizzare i buoni propositi sarà di grande aiuto celebrare e le piccole vittorie di ogni giorno, accogliere i miglioramenti e sentirsi soddisfatti di se stessi. 

I buoni propositi dell’anno nuovo che dovremmo fare ogni anno

Il motivo per cui all’inizio di ogni anno stabiliamo in che modo cambiare la nostra vita nell’anno successivo è che il cambio di data ha un significato simbolico nella nostra cultura. Quel particolare momento, vissuto contemporaneamente da tutte le persone del mondo, ci dà l’impressione che ci sia “qualcosa di magico” e di “comunitario” che ci aiuterà a voltare pagina.

Ti propongo allora i miei buoni propositi per tenere lontani ansia, depressione, mancanza di energie mentali e fisiche. Se li inserirai nella tua lista il nuovo anno potrà essere un anno molto diverso da quelli appena passati.

1 – Svegliarsi presto

Cominciare le attività della giornata un po’ prima di quanto sia necessario ci mette a disposizione un lasso di tempo da dedicare esclusivamente a noi e al nostro benessere psicofisico.

La maggior parte degli adulti è costretta ad alzarsi presto per andare a lavoro o per svolgere le incombenze quotidiane, eppure sono pochissimi coloro che scelgono di alzarsi un po’ prima della sveglia per fare meditazione, allenarsi, innaffiare le piante, fare colazione con calma. 

Perché questi pochi minuti al principio di ogni giornata sono importanti? Perché ci consentono di affrontare la giornata senza ansia. Non saremo costretti a iniziare a correre appena aperti gli occhi e avremo modo di entrare più profondamente in connessione con noi stessi.

2 – Fare allenamento fisico

Molto spesso la mancanza di energie mentali e fisiche deriva da una vita troppo sedentaria. Per questo motivo fare attività fisica (anche molto leggera, purché sia costante) serve a mantenere attivi il corpo e la mente.

Il livello di stress calerà progressivamente, ci sentiremo più padroni del nostro corpo e anche in grado di affrontare a testa alta tutto il carico di impegni della nostra vita quotidiana.

3 – Migliorare la propria alimentazione

Per far sì che il nostro corpo sia più attivo e in salute migliore sarà strettamente necessario alimentarlo al meglio possibile. Questo significa eliminare tutti gli alimenti che appesantiscono l’organismo senza fornire un’energia di qualità.

Ridurre al minimo possibile il cibo spazzatura e lo street food è assolutamente necessario per digerire meglio, dormire meglio, migliorare il nostro stato di salute generale.

E se il consumo di alimenti poco salutari deriva da una fame nervosa? Il proposito migliore in assoluto per il nuovo anno è imparare a riconoscerla e gestirla.

4 – Organizzare meglio il proprio tempo

Uno dei grandi problemi che riscontrano gran parte delle persone ogni giorno è l’impressione di avere poco tempo o di aver sprecato la maggior parte della giornata. Questa sensazione genera ansia e sensi di colpa che ci trasciniamo di giorno in giorno e che possono avere un impatto davvero negativo sulla nostra salute mentale.

Per questo motivo uno dei propositi migliori del nuovo anno è imparare a gestire il tempo in una maniera che sia adeguata a noi e al nostro stile di vita.

La sensazione di essere più produttivi e veloci nello svolgere i nostri compiti ci darà un’iniezione di fiducia e ottimismo che libereranno la nostra mente dal senso di colpa.

5 – Trascorrere del tempo di qualità

Dopo aver capito come rendere più produttivo il nostro tempo dovremo anche capire come inserire nella nostra giornata del tempo di qualità. Si tratta del tempo di cui siamo consapevoli, che ci ricarica di energie piuttosto che lasciarci senza forze.

Il tempo di qualità è quello che trascorriamo con i nostri cari o svolgendo attività che amiamo. che stimola la nostra creatività e moltiplica la nostra voglia di fare. 

Uno dei grandi errori che si possano commettere nella gestione del proprio tempo è non prevedere dei “momenti di qualità” in cui svolgere proprio quelle attività che ci regalano nuove energie.

____

Senti che c’è qualcosa che ti blocca nel raggiungimento dei tuoi obiettivi personali? Non riesci a decidere quali sarebbero i buoni propositi che potrebbero cambiarti la vita? Parliamone insieme

Dott. Amleto Petrarca
Dott. Amleto Petrarca
Psicologo e psicoterapeuta specializzato nell’approccio ISTDP. Membro della IEDTA, associazione internazionale delle psicoterapie brevi. Svolgo la libera professione a Bologna e online occupandomi principalmente di problematiche relazionali e disturbi di ansia.

Lascia un commento