Attacchi di panico nel sonno

Esiste una tipologia di attacchi di panico che chi l’ha subita definisce ben più terrificante rispetto a quella classica, e sono gli attacchi di panico notturni. Circa il 50-70% della popolazione che soffre o ha sofferto di attacchi di panico, purtroppo ha patito anche l’esperienza di essere svegliato nel bel mezzo del sonno da ansia e paura improvvisa. Vediamo le caratteristiche.

attacchi di panico nel sonno

attacchi di panico nel sonno

Sintomi e caratteristiche  degli attacchi di panico nel sonno

Se ti è mai capitata quest’esperienza, saprai che in realtà gli attacchi di panico notturni tecnicamente non sono molto diversi da quelli diurni, però possiamo sicuramente dire che sono più INVALIDANTI.

Nel senso che, quando provi questa sensazione durante il giorno, sei ben consapevole di ciò che ti sta accadendo. Ma quando qualcosa ti sveglia la notte di colpo e inizi a sentire la TACHICARDIA sempre più forte, MANCANZA DI FIATO, TENSIONE MUSCOLARE, TREMORE, SUDORE, ma non hai nessuna idea di cosa ti stia accadendo, questo porta a uno spavento ancora maggiore.

Quando ti capitano frequentemente gli attacchi notturni, inizierai a un certo punto a sentire la paura di addormentarti. E di conseguenza quando andrai a letto, sai già che potrebbe arrivare, te lo aspetterai e la paura e l’agitazione tenderanno ad aumentare. Cercherai quasi di non addormentarti, di rimanere sveglio il più possibile per evitare quella paura incomprensibile.

Questo aspetto è particolarmente invalidante, perché dormirai sempre meno, il cervello non si riposerà abbastanza, sarai ancora più agitato e infastidito e gli attacchi di panico potrebbero essere maggiori.

Possibili cause degli attacchi di panico nel sonno

E’ opportuno dire innanzitutto che se andrai a dormire calmo e tranquillo, particolarmente rilassato, è difficile che il fenomeno si verifichi.

Gli attacchi di panico notturni infatti sono soliti accadere se anche durante la giornata ti senti molto agitato e particolarmente STRESSATO. Quello che sogni e “pensi” di notte appunto, non è altro che il risultato di cosa la tua mente ha provato durante il giorno o durante quel periodo, in particolare pesanti stress e affaticamenti psichici.

Attacchi di panico nel sonno cosa fare

Il rimedio più efficace di cui potrai avvalerti durante l’attacco di panico sarà sicuramente quello di alzarti dal letto e sperare di calmarti e riprendere sonno. Perché se soffri di questi disturbi dovrai prepararti ad affrontarli e ad avvalerti e dovrai quindi padroneggiare bene alcune tecniche di RILASSAMENTO e di respirazione diaframmatica, riuscendo così a calmare la mente. Quindi, almeno all’inizio, è opportuno riuscire ad alzarsi in piedi, camminare per la stanza, andare a bere o mangiare qualcosa, e comunque distrarsi in qualche modo.

Un esercizio molto efficace che puoi imparare è quello di cercare di portare la mente in un luogo piacevole, un posto in cui ti senti profondamente bene e sei in pace con te stesso. Questo è realmente utile.

Altro metodo molto consigliato e che ti potrà essere di grande supporto è quello di imparare ad utilizzare l’AUTOIPNOSI, ti sarà utile per sentire maggiormente il controllo del tuo stesso corpo, ti porterà in uno stato di rilassamento quasi incosciente e ti farà riaddormentare rilassato.

Un buon consiglio che ti potrà essere utile è anche quello di iniziare a fare ATTIVITA’ fisica particolarmente stancante durante il giorno, oltre ad aiutarti a scaricare lo stress e l’agitazione, ti sarà facile addormentarti più in fretta e riposare tranquillamente tutta la notte.

La respirazione draframmatica

Ci sono della tecniche che abitualmente vengono insegnate da tutti i terapeuti  e consistono nella respirazione diaframmatica.

E’ una pratica di rilassamento molto facile da imparare, bisogna semplicemente portare una mano sull’addome e l’altra sul torace. Quando inspiri devi sentire che la pancia sale e che il torace invece rimane fermo. Dovrai inspirare molto lentamente e poi trattenere l’aria per alcuni secondi, dopo espirare lentamente. Con questo esercizio si riequilibra la quantità di anidride carbonica e di ossigeno presente nel sangue.

L’attacco di panico è caratterizzato infatti da un AUMENTO della FREQUENZA RESPIRATORIA, sarà necessario quindi calmare la respirazione e rilassarsi fino a prendere di nuovo sonno.

Il Training autogeno

Strumento efficacissimo, paragonato allo yoga, ma molto più semplice da imparare e da fare, in cui si raggiunge una respirazione passiva.

Gli esercizi da fare sono 6, preceduti dalla respirazione diaframmatica e dal rilassamento frazionato, capace di indurre un rilassamento totale su tutto il corpo. Avviene una distensione della mente e un aumento della decompressione mentale.

Dopodichè si iniziano i 6 esercizi del training, che si fanno in circa 20-25 minuti e comprendo l’esercizio della pesantezza, quello del calore, battito cardiaco e respirazione. Per poi finire con il plesso solare e la fronte fresca.

Durante un attacco di panico nel sonno se provi a fare subito della respirazione e poi del training autogeno vedrai fin da subito un netto miglioramento.

Capire le cause dell’attacco di panico nel sonno

Ovvio capire le cause che ti hanno portato ad avere questi attacchi di panico. La via più immediata per una migliore comprensione e guarigione è senza dubbio la psicoterapia. Attraverso la psicoterapia dinamica è possibile arrivare alla radice del problema e risolvere la sintomatologia. Ma soprattutto grazie alla comprensione di questi attacchi, non succederà più di ricaderne.

Lo studio clinico Petrarca Paladini è specializzato nella cura di ansia e attacchi di panico, avvalendosi della tecnica ISTDP di psicoterapia breve. Per prendere un appuntamento è consigliabile mandare una mail ad amletopetrarca@virgilio.it o chiamare al numero 388 1109978.

 

Attacchi di panico nel sonno
5 (100%) 1 vote
Dott. Amleto Petrarca
Dott. Amleto Petrarca
Psicologo e psicoterapeuta specializzato nella tecnica ISTDP. Curo personalmente da anni questo blog e la scrittura de numerosi articoli pubblicati all'interno. Ogni articolo viene scritto con la massima correttezza di info al fine di non diffondere news poco serie.

Lascia un commento