5 abitudini che abbassano l’ansia

abitudini che abbassano l'ansia

abitudini che abbassano l’ansia

Esistono secondo voi abitudini che abbassano l’ ansia?

La risposta è si! L’ansia si fa sentire soprattutto in momenti di difficoltà, come attraversare un periodo di forte stress, sul piano lavorativo, o relazionale, quindi dovuta da fattori esterni. In altre situazioni l’ansia si fa sentire quando vi è un conflitto interno, che può essere riconosciuto o no. In quest’ultimo caso l’ansia apparentemente,  bussa alla porta, senza una giusta motivazione.

Diciamo che, quando l’ansia dipende dal conflitto, va affrontata con un percorso di psicoterapia, mentre quando è dovuta dal forte stress o da abitudini “sbagliate”, potete seguire queste 5 abitudini che abbassano l’ansia.

#1.Avere degli obiettivi

E’ difficile essere positivi e pieni di speranza se non si sa la strada da percorrere. L’incertezza causa ansia quasi sempre, perciò è importante avere degli obiettivi da raggiungere. Come si raggiungono gli obiettivi? Pianificando! Nessuna strada, ponte o grattacielo è stato costruito senza un progetto su carta. Perciò il primo passo da fare è quello di prendere carta e penna e capire cosa si vuole raggiungere. Ricordate che quando una persona non sa cosa sta raggiungendo nella sua vita, è molto più soggetto ad avere ansia.

Scarica gratis l’ebook su come fare per raggiungere i tuoi obiettivi

#2.Smettere di lamentarsi

Un modo per gestire e abbassare il livello di ansia, è quello di dire basta alle lamentele. Se sei abituato ad andare in giro e lamentarti con la gente, dei tuoi problemi, delle tue ansie e delle tue preoccupazioni, puoi tranquillamente fermarti perchè considera che ogni volta che lo fai aumentano i pensieri negativi, e non fai altro che alimentare la tua ansia. Questa è un abitudine difficile, perchè la voglia di protestare dei nostri guai, è molto forte. Mettere a tacere l’ansia e non parlarne con il primo che capita, significa dargli poca importanza.

#3.Vivere nel presente

Affrontate la situazione per come viene. Durante un attacco di ansia, i sintomi portano a pensare ad un infarto, soprattutto la tachicardia. Se avete fatto da poco esami di tipo medico, è inutile alimentare pensieri negativi e disastrosi. E’ ansia, e cercate di affrontarla al momento che viene. 

#4.Praticate la fiducia in voi stessi

Parte del motivo per cui rimani come sei, è che non credi molto in te stesso. Il pensiero è quello di non sentirsi in grado di resistere ad un eccessivo attacco di ansia. Questa poca fiducia in te stesso, è normale, soprattutto quando si è avuta una forte ansia o un tremendo attacco di panico, perchè è causata dalla paura vissuta. La fiducia andrebbe recuperata, cercando di essere più positivi, e piano piano sarete in grado di vincere questa battaglia.

#5. Abbassate la guardia

Una delle cose che abbassano l’ansia, è smettere di fare le cose che pensi ti proteggeranno. Non solo sono atti di tutela inutili, ma rafforzano la vostra ansia. E non è tutto, l’ansia lentamente divorerà tutte le cose che ti piace fare, fino a quando non ce l’avrai per tutto il tempo. Per esempio cerchi di evitare luoghi o situazioni che ti trasmettono ansia, ma questa strategia di difesa finirà con il farti aumentare l’ansia, la paura e i limiti.

Conclusioni

Sono le piccole cose che facciamo tutti i giorni che ci influenzano lo stato d’animo. Queste 5 abitudini che ti aiutano ad abbassare l’ansia, andrebbero applicate ogni giorno. Alleviare l’ansia non si può fare tramite pillole magiche o altro, ma tramite un lavoro, anche a lungo termine, applicando abitudini e strategie giuste.

Amleto Petrarca

psicologo psicoterapeuta

5 abitudini che abbassano l’ansia
Ti è piaciuto l\'articolo?
Dott. Amleto Petrarca
Dott. Amleto Petrarca
Psicologo e psicoterapeuta specializzato nella tecnica ISTDP. Curo personalmente da anni questo blog e la scrittura de numerosi articoli pubblicati all'interno. Ogni articolo viene scritto con la massima correttezza di info al fine di non diffondere news poco serie.

Lascia un commento