Depressione-cause, sintomi,cause e cura.

Depressione-cos’è, sintomi, cause e cura.

depressione, cosa è, cause, sintomi e curaCos’è la depressione?

Con il termine depressione si indica un disturbo dell’umore, detto anche male oscuro. Secondo le statistiche dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) circa 121 milioni di persone nel mondo soffrono di depressione, e allarmante sono i continui casi in aumento. Dallo studio effettuato è emerso che il distacco tra paesi industrializzati e sottosviluppati, è minimo circa del 4%. Le donne sembrano essere le più colpite in assoluto, risulta infatti una probabilità doppia rispetto all’uomo, e tra le cause più comuni c’è la separazione con il partner, il divorzio o la morte. La fascia di età che colpisce maggiormente la depressione è quella compresa tra i 25 e i 45 anni. Nei paesi sottosviluppati,  l’età in cui una persona ha anche un solo episodio di depressione, si abbassa in media di due anni.

La vita non è fatta sempre di cose piacevoli, e tutti possiamo passare periodi in cui tutto sembra andarci storto, in cui ci sentiamo “un pò depressi”. E questo umore non sempre è dovuto a cause reali. Freud nel 1915 in Lutto e melanconia, differenziò il dolore legato alla perdita di una persona cara, come processo naturale dell’elaborazione del lutto, al dolore melanconico, cioè non causa di un evento reale precipitante, ma piuttosto di tipo emozionale. Questo momento di depressione può essere breve, e in questo caso si definisce episodio depressivo maggiore, e secondo il DSM i sintomi che andremo a vedere, sono presenti per almeno due settimane. Altre volte il tempo può anche prolungarsi o manifestarsi più volte, in questo caso si parla di disturbo depressivo maggiore. Ci si accorge di avere la depressione, dal fatto di sentirsi molto stanchi, scarichi di energia, poca voglia di interagire con altre persone e in cui si perde l’interesse e il piacere di fare le cose.

I sintomi della Depressione

La persona depressa si sente di essere tale per la maggior parte del giorno, con un significativo perdita del piacere e di interessi. Sente un forte senso di vuoto e di tristezza dentro di sè. Nell’adolescente si può manifestare anche irritabilità.  La depressione comporta anche sintomi fisici, come l’aumentare o il diminuire di peso senza cause fisiche specifiche. Il rapporto con il cibo e il sonno risulta, infatti essere alterato, in maniera eccessiva o scarsa.  La persona soffre di sensi di colpa. Si auto-svaluta e attribuisce la responsabilità di essersi ammalato a lui/lei stesso/a. La mancanza di energia quotidiana, a volte causa nella persona anche uno stato di agitazione e di ansia che diventano insopportabili. I pensieri sono negativi, e a volte fanno riferimento anche alla morte, come unico rimedio delle sue colpe, arrivando, nei casi estremi a pianificare anche tentativi di suicidio. Questi sintomi compromettono il funzionamento della persona.

Tipologie della Depressione

Alcune tipologie della depressione, sono la depressione nevrotica, che colpisce soggetti verso i 30 anni e che rappresenta uno scompenso di una situazione psichica difficile già in adolescenza. La depressione reattiva che avviene quando alcune cause  o situazioni provocano un quadro di depressione che va ben oltre la comune tristezza. La depressione bipolare, che avviene all’interno appunto del disturbo bipolare in cui si alternano depressione e mania. La depressione post-partum, che avviene entro i 15 giorni del parto della donna. Le cause anche qui sono di varia natura e legate alla percezione che la neo mamma ha come donna. Questi sono solo alcuni esempi di quanti tipi di depressione esistono, dovute a diverse cause.

Le cause della Depressione

Le cause della depressione possono essere di natura psicologica o di natura biologica. Ci sono persone infatti la cui depressione è giustificata dalla presenza in famiglia della stessa. Le cause, però, interagiscono tra loro, quindi si può verificare anche che una persona predisposta ad avere la depressione, perchè la madre o la nonna o altri familiari sono stati colpiti, ma può succedere anche che nella vita di questa persona non subentrano cause scatenanti che portano a manifestare la depressione. Ciò vale anche per chi in famiglia ha avuti lutti in seguito a suicidi di persone depresse. tendenzialmente  quello del suicidio, oltre al forte dolore e sentimento di impotenza, lascia anche lo spettro di avere una probabilità in più di ammalarsi fino a questo punto, in realtà come ho detto pocanzi, la familiarità può giustificare il manifestarsi della malattia, ma l’esito è soggettivo da persona a persona.

Decorso e esito della Depressione

Il decorso della depressione è soggettivo e può manifestarsi in maniera differente da persona a persona. A volte può sorgere improvvisamente, inaspettatamente altre volte più subdolamente  e lentamente. Il decorso può essere di 3-4 mesi o protrarsi più a lungo, anche di un anno,  ma l’esito è quasi sempre la guarigione clinica con la scomparsa più o meno completa dei sintomi depressivi. a volte all’attenuarsi dei sintomi depressivi più evidenti, rimangono sensazioni di insoddisfazione e sentimenti negativi più a lungo, con incompleta ripresa delle attività lavorative e con scarsa partecipazione affettiva. In questo caso è opportuno rivedere i dosaggi degli antidepressivi, o addirittura cambiarli, per arrivare ad eliminare i sintomi residui. E’ chiaro che uno sguardo, a sintomi che si protraggono, va dato anche alla situazione della persona, come la situazione economica, sentimentali, coniugali o lavorative.

Cura della Depressione

La psicoterapia breve ISTDP ha dimostrato nel corso degli anni di essere molto efficace nella cura della depressione. Nel corso della terapia, infatti la persona prende confidenza con le proprie emozioni. L’assunto principale è quello di vivere l’esperienza emotiva come atteggiamento fondamentale della trasformazione  psichica.

L’utilizzo della  psicoterapia breve ISTDP, associato a farmaci antidepressivi, aumenta l’efficacia della cura.

 

Amleto Petrarca

Psicologo-Psicoterapeuta

 

 

Lascia un commento